background image
MONTI LEPINI: PERCORSI VARI ESPLORATI DA AVVENTUROSAMENTE
Elenco e descrizione di vari percorsi presenti sui monti Lepini. Nella descrizione dei percorsi la lunghezza indicata è sempre da intendersi come Andata + Ritorno.
Le distanze indicate sono ricavate da tracce GPS con punti di rilevamento distanti tra loro 20/50 mt. Nella realtà quindi bisogna calcolare un incremento di percorso del 10-15 %.
   - Visualizza l'elenco dei percorsi con i link alle foto
   - Scarica le tracce GPS
Bassiano 1.1
Partenza: comune di Bassiano
Casanadole - Pantano - SS Trinità

Lunghezza:      6.1 km
Somma salite:  420 mt
Difficoltà:          Facile
Geometria:       Ad anello

Si lascia l'auto in località Casanadole in un piazzale con abbeveratoio. Posti auto: tanti.
Percorso facile, adatto a tutti per brevità e pulizia del sentiero. Si presta inoltre a molte varianti con lunghezze ed impegno fisico diversi.
proseguendo a piedi lungo la stradina del parcheggio si arriva in cima a Dosso dell'Ospedale. Da qui si puo decidere se passare ad Ovest oppure ad Est del laghetto di Pantano. in ogni caso si gira a sinistra e si sale verso la chiesa della SS Trinità. Il tratto che dal laghetto porta alla chiesa è breve ma molto ripido. Arrivati davanti alla chiesa si può sostare nello spiazzo antistante prima di riprendere la discesa lungo la strada percorsa dalla processione in occasione della festa che si tiene nel mese di Giugno. In fondo alla discesa, sulla sinistra, si notano dei lampioni. E' arrivato il momento di svoltare e prendere la strada che riporta al parcheggio. Seguire il sentiero che attraversa il parco giochi fino ad una casetta ed una coppia di grossi massi posti ai bordi della strada. Sul lato della casetta ci sono dei gradini di legno. Salire gli scalini e seguire il sentiero fino al parcheggio.
Se si vuole arrivare solo al laghetto è adatto anche ai bambini che sono abituati a camminare dai 5/6 anni in su.
Bassiano 2.1
Partenza: comune di Bassiano
Il Crocefisso - Selva Scura - la Crocetta

Lunghezza:      9 km
Somma salite:  570 mt
Difficoltà:          Facile
Geometria:       Ad anello

Si lascia l'auto davanti al Santuario del Crocefisso. Posti auto: tanti.
Percorso tra i più facili. Sentiero sempre visibile, largo e privo di rovi o sterpaglie che impediscono il passaggio (anche in estate). Nei pressi di monte Furchiavecchia si incrocia la strada asfaltata che collega Bassiano con Sermoneta. Fatti circa 700 mt, sulla sinistra nei pressi di una piccola area pic-nic, si vede il sentiero rientrare nel bosco. Seguirlo e fare tutta la discesa fino al parcheggio.
Facile e bellissima camminata. Girando attorno a monte Carbolino è possibile ammirare dall'alto l'Abbazia di Valvisciolo, Ninfa, Sermoneta e tutta la pianura pontina. Piacevole alternanza di tratti in bosco a tratti panoramici.
È adatto anche ai bambini che sono abituati a camminare dai 9/10 anni in su.
Carpineto 1.1
Partenza: comune di Carpineto Romano
I Porciani - Toscana - m.te Alto - Fontanile Canai - Campo di Caccia

Lunghezza:      15 km
Somma salite:  1200 mt
Difficoltà:          Escursionista Esperto
Geometria:       Ad anello

Si lascia l'auto lungo la strada. Posti auto: 4/5.
Dalla partenza fino a località Toscana il sentiero è ripido ma visibile, poi si perde e si rivede a tratti. La zona attorno a Campo di Caccia è caratterizzata invece da ampi tratti rocciosi che rendono difficoltosa la camminata. Bellissimi i boschi che da Campo di Caccia portano verso monte Alto e poi verso il fontanile Canai.
Percorso impegnativo da fare se ben allenati e pronti ad affrontare lunghi tratti in totale assenza di sentiero. La roccia calcarea affiorante per la maggior parte del percorso rende la camminata faticosa e difficile.
Cori 1.1
Partenza: comune di Cori
Rifugio Abboccatora - La selva di Cori

Lunghezza:      4.5 km
Somma salite:  220 mt
Difficoltà:          Per tutti
Geometria:       Ad Anello

Si lascia l'auto davanti al rifugio Abboccatora. Posti auto: tanti.
Dal rifugio si prende la strada in discesa alla fine della quale ci si immette nel bosco. Si ritorna sulla strada sterrata qualche centinaio di metri prima della grande radura detta Le Prata all'interno della Selva di Cori. Si continua a seguire la strada sterrata per altri 800 mt e si gira a sinistra nel bosco. Si gira attorno ad un piccolo inghiottitoio e si ritorna al Le Prata. Da qui il rientro al rifugio è tutto lungo la sterrata.
Facilissima camminata adatto anche ai piccoli dai 4/5 anni in su.
Gorga 1.1
Partenza: comune di Gorga
Il Lago - monte Filaro - rifugio S. Maria - rifugio Valle Forana

Lunghezza:      9.9 km
Somma salite:  715 mt
Difficoltà:          Escursionista
Geometria:       Ad anello

Si lascia l'auto in località Il Lago, di fronte al depuratore comunale. Posti auto: tanti.
Si segue la stradina sterrata fino ad un cancello carrabile che sbarra la destra. Continuare dal cancelletto pedonale alla sua sinistra e proseguire. Ancora qualche centinaio di metri e poi il sentiero si perde per lasciare il posto alla vegetazione. Risalire la cresta chiamata Costa della Stretta fino a monte Filaro. Da qui, una ripidissima discesa porta al punto panoramico detto Rave S. Maria (con statua della Madonna). Il rifugio S. Maria, poco più a valle, è particolarmente confortevole. Aperto in ogni stagione vi si possono trovare anche scorte di acqua, bicchieri, piatti e posate di plastica, panche e tavolini oltre che un comodo focolare con griglia. Per il ritorno prendere il sentiero che incrocia il rifugio Capanna de’ Francisco. La discesa, ben segnalata da numerosi segni rossi sulle pietre, è resa impegnativa dal terreno ciottoloso. Passato il bel rifugio Valle Forana, gestito dagli amici dell'Associazione Rosa Canina, il rientro alle auto è veloce.
Gorga 2.1
Partenza: comune di Gorga
Il Lago - rifugio S. Maria - S. Leonardo

Lunghezza:      12.2 km
Somma salite:  920 mt
Difficoltà:          Escursionista
Geometria:       Ad anello

Si lascia l'auto in località Il Lago, di fronte al depuratore comunale. Posti auto: tanti.
Si cammina per qualche centinaio di metri e poi si prende la stradina sterrata che, in discesa, porta verso il rifugio Valle Forana. In salita si passa davanti la Capanna de’ Francisco prima ed il rifugio S. Maria subito dopo. Da qui si allunga ancora un pò fino ad arrivare alla Rava S. Maria, affaccio panoramico sulla Valle del Sacco con statua della Madonna. Dopo una breve pausa si scende diretti verso l’eremo di S. Leonardo, vecchia costruzione in pietra con piccola cappella al piano seminterrato. Dopo la visita ci si dirige verso la fonte dell’Acero. Per il ritorno si completerà l’anello del percorso risalendo per circa 800 mt un sentiero ripido ma ben segnalato tra Cime del Monte e Pizzo Cianai. Arrivati in cresta il resto del percorso di rientro è tutto in discesa e senza particolari problemi se non la gran quantità di roccia affiorante e ciottoli sparsi che richiedono un pò più di attenzione durante la camminata.
Gorga 2.2
Partenza: comune di Gorga
Il Lago - rifugio Valle Forana - rifugio S. Maria

Lunghezza:      9.6 km
Somma salite:  580 mt
Difficoltà:          Facile
Geometria:       Ad anello

Si lascia l'auto in località Il Lago, di fronte al depuratore comunale. Posti auto: tanti.
Variante leggera di Gorga 2.1.
Venendo dal rifugio S. Maria, arrivati al bivio che scende verso l’eremo di S. Leonardo si tira dritti verso Cime del Monte e Pizzo Cianai.
Adatta anche ai bambini dai 7/8 anni in su.
Roccagorga 1.1
Partenza: comune di Roccagorga
S. Erasmo - monte Pizzone

Lunghezza:      5 km
Somma salite:  550 mt
Difficoltà:          Facile
Geometria:       Lineare

Si lascia l'auto davanti l'Eremo di S. Erasmo (dove c'è anche un ottimo ristorante). Posti auto: tanti.
Si prende il sentiero alle spalle dell'Eremo. All'inizio quasi non si vede ma dopo qualche centinaio di metri diventa visibile e facile da percorrere. Arrivati sulla sella di monte Castellone si gira a destra verso monte Erdigheta dove si giunge in breve tempo. Fare attenzione al ghiaione nell'ultimo tratto prima della sella tra monte Erdigheta e monte Pizzone. È un pò insidioso per cui conviene prenderlo il più possibile in diagonale.
Il percorso è sempre facile e fisicamente poco impegnativo.
Segni 1.1
Partenza: comune di Segni
Fosso via del monte - monte Grugliano

Lunghezza:      6.2 km
Somma salite:  470 mt
Difficoltà:          Facile
Geometria:       Lineare

Si lascia l'auto alla fine della salita che porta a Campo di Segni. Posti auto: tanti.
Percorso facile che si svolge tutto in cresta. Lungo la recinzione che si trova di fronte c'è un cancello chiuso con uno spago dal quale parte il percorso. Arrivati in cima seguire la cresta. Interessanti i muretti a secco costruiti come recinzione per gli animali. Presenza di cavalli e mucche che pascolano liberi.
Sezze 1.1
Partenza: comune di Sezze
Longara - Valle tre Pozzi

Lunghezza:      6.2 km
Somma salite:  340 mt
Difficoltà:          Facile
Geometria:       Ad anello

Si lascia l'auto lungo la strada sterrata in località Longara. Posti auto: tanti.
Sisegue la strada sterrata che porta verso Valle Naforte. Alle pendici di monte Rotondilio si gira a sinistra oltre un cancelletto di legno. Si segue il sentiero, prima in salita, poi a mezza costa fino ad arrivare a Valle tre Pozzi. Da qui una piccola salita porta alle pendici di monte Forcino. Un'ampia, bellissima e panoramica strada sterrata riporta alle auto.
Percorso adatto anche ai bambini dai 7/8 anni in su.